I Romagnoli ammazzano al mercoledì si sviluppa sovvertendo l’architettura del giallo per cui la parabola raggiunge il climax senza che nessun delitto sia perpetrato e mentre i personaggi ritrovano la loro personale espiazione non di una colpa oggettiva ma di un vivere “che non fa stare bene”, questo romanzo si converte in una leggera parodia di genere.

Su Finzioni Cristina Farneti ha recensito I romagnoli ammazzano al mercoledì di Davide Bacchilega.

Ecco la recensione.

copertina I romagnoli ammazzano al mercoledì