Margi De Filpo recensisce Il destino attende a Canyon Apache su Satisfiction:

Il destino attende a Canyon Apache è un romanzo scorrevole, la ricostruzione storica approfondita e le scene d’azione ben costruite danno un ritmo veloce alla narrazione, arricchendola di molti particolari curiosi sugli usi e costumi dei nativi americani. I personaggi, in particolare i due protagonisti maschili – David, “Coda che Suona”, e Daniel, “Occhi d’Inverno” – hanno una psicologia complessa e interessante. […] Laura e Loredana hanno scritto un buon romanzo d’intrattenimento e, al di là delle critiche che si possono muovere alla scelta del genere e all’eccesso di pathos, hanno un vero merito: aver osato. In un periodo storico in cui i western non hanno un pubblico numeroso e l’amore è spesso assente o strumentale, hanno provato a raccontare un amore assoluto, totalizzante e impossibile, di quelli che solo un romanzo è in grado di regalare.

Qui potete leggere la recensione per intero.

Copertina Il destino attende a Canyon Apache