Oggi vi consiglio 5 strumenti che uso quotidianamente quando devo scrivere: che siano post per il blog, newsletter, racconti, o qualsiasi testo che mi richieda una certa accuratezza e una certa concentrazione (a volte li uso anche per scrivere email particolarmente complesse).

L’elaboratore di testi semplice, gratis, online

Il primo è Google Documenti, un’applicazione di Google per elaborare testi. E voi direte: sì, ma io ho Word di Office. Word intanto non è gratuito, poi ha un sacco di opzioni e funzioni che non sempre servono, anzi normalmente ti distraggono e lasciano dei casini di formattazione che levati.
Inoltre Word è offline: proprio mentre scrivo questo articolo mi è passato davanti agli occhi il post di un mio contatto che sconsolato racconta di aver scritto, scritto e scritto. E poi, chiuso il file senza salvare.
Ecco, con Google Doc non vi capita, perché salva tutto in automatico e online. Inoltre se dovete far correggere il testo a qualcuno potete semplicemente condividerlo, aggiungere commenti, fare revisione ed eventualmente recuperare tutte le modifiche fatte.

È semplice da usare, leggero, gratis, ed evitate di salvare dieci revisioni diverse in dieci posti diversi, essendo in cloud ce l’avete sempre con voi e sempre aggiornato.

BlockSite: Smettila di distrarti!

Non so voi, ma io ho la capacità di concentrazione di un cucchiaino. Quando sono online tendo a passare compulsivamente da un social all’altro, ad aprire il feed reader per vedere cosa c’è di nuovo (e ne ho due, per un totale di un centinaio di blog seguiti), a controllare la posta. Quando si scrive non si può fare così. Per altro io lavoro in casa e non in ufficio quindi le distrazioni si moltiplicano (oddio, sta bruciando la cena! È finita la lavatrice, ecc).
Così ho installato un’estensione su di Chrome che si chiama BlockSite, la cui funzione è appunto bloccare una serie di siti di tua scelta. Puoi anche impostare degli orari in cui attivarla.
Sì, è vero, se uno vuole può disattivarla o disinstallarla. Però insomma una schermata come questa fornisce già un bell’incentivo a non procrastinare e a rimanere concentrati.


O occuparti della lavatrice.

Toggle: quanto ci metti a…

Quanto ci mettete a scrivere un post? Un capitolo? A fare una revisione? Toggle vi viene in soccorso: è uno strumento gratuito per cronometrare la vostre attività. Se siete dei liberi professionisti è fondamentale sapere quanto ci mettete a fare una determinata cosa per poter costruire un’attività sostenibile e chiedere il giusto prezzo. Ma anche per chi scrive narrativa secondo me può essere incentivante sapere di aver scritto, revisionato, letto per un’ora, due ore, ecc. Potete suddividere le vostre attività in vari progetti e segnare all’interno le singole attività. Alla fine potete vedere quanto ci avete messo per ogni progetto e ogni attività.
Tenere i tempi vi induce anche a non procrastinare e a non perdere tempo.

Pinterest: suggestioni visive

Non si scrive solo con le parole ma anche con le immagini. Pinterest in questo vi torna davvero utile: è un social network che vi permette di salvare e condividere le immagini che trovate in giro per il web, dividendole in bacheche. Se siete dei blogger ad esempio potreste fare una bacheca con immagini libere da copyright o che richiedono solo l’attribuzione da inserire nei post, preservando però il link originale (così siete proprio sicuri di usare immagini che non hanno restrizioni).
Oppure potreste fare bacheche dedicate ai personaggi, alle ambientazioni, a suggestioni e atmosfere particolari. La resa a mosaico secondo me è particolarmente funzionale e basta un colpo d’occhio per sentirsi ispirati.

Pocket: tieni in ordine, archivia e non perderti i post

Pocket è un po’ il Pinterest degli articoli ed è molto utile per ordinare, archiviare e collezionare materiale utile per i propri romanzi e i propri post o le proprie newsletter.
Anche qui potete usare i tag per organizzarli correttamente e la funzione archivia per, ehm, archiviarli.

Sia Pocket sia Pinterest hanno alcune funzioni molto utili, come ad esempio condividere il proprio profilo, seguire altre persone, condividere immagini e link su altri social network, ma se state scrivendo ignoratele ché non dovete mica distrarvi.

Quali altri strumenti vi tornano utili per scrivere? Condivideteli qui sotto!