Ho scritto dei libri, ma non lo considero abbastanza per definirmi uno scrittore. Posso dire che mi è sempre piaciuto scrivere storie, purché inventate. Alle elementari mi ero ostinato a non scrivere mai temi autobiografici; mia madre, disperata, mi ha detto che non era necessario scrivere la verità. Potevo inventarmi tutto, bastava che fosse credibile e scritto bene. Mi sembra ancora un insegnamento valido.

Su Yeerida un’interessante intervista a Elia Gonella, autore di Saxophone Street Blues, Making Movies, Alla corte del Re Cremisi.

Leggi l’intervista.

Copertina Alla corte del Re Cremisi