Rien ne va plus

di AA. VV.

3,9912,00

Che ci fanno tutti insieme: un fotografo di moda immerso nei colori di Pechino, un uomo sovrappeso sperso in alto mare a bordo di un pattìno, tre spietati ladri bambini, una spia internazionale e un sogno che è diventato umano? Semplice: sono alcuni dei protagonisti dei quattrodici racconti di quest'antologia, che mette insieme i migliori talenti pescati da Enrico Piscitelli – dopo una spietata selezione – nel mare magnum di Internet. è Rien ne va plus, gente! Dove si muore per amore, si ama da morire e si lotta per venire al mondo, mentre l'Arno straripa allagando Firenze e il diavolo scopre di esser diventato una blogstar.

Svuota
COD: N/A Categoria: Tag:

Rien ne va plus

Autore: AA.VV. (a cura di Enrico Piscitelli)

Data pubblicazione: febbraio 2009

Pagine: 203

Che ci fanno tutti insieme: un fotografo di moda immerso nei colori di Pechino, un uomo sovrappeso sperso in alto mare a bordo di un pattìno, tre spietati ladri bambini, una spia internazionale e un sogno che è diventato umano? Semplice: sono alcuni dei protagonisti dei quattordici racconti di quest’antologia, che mette insieme i migliori talenti pescati da Enrico Piscitelli – dopo una spietata selezione – nel mare magnum di Internet. È Rien ne va plus, gente! Dove si muore per amore, si ama da morire e si lotta per venire al mondo, mentre l’Arno straripa allagando Firenze e il diavolo scopre di esser diventato una blogstar.

Rassegna stampa.

Anteprima.

Enrico Piscitelli è nato nel 1975 a Trani. Ha pubblicato “La minima importanza” (Las Vegas edizioni, 2010), “Shakerato non mescolato” (Effequ, 2011), “Nessun paradiso” (Round Robin, 2011) e ha curato “Rien ne va plus” (Las Vegas edizioni, 2009). È curatore della collana Novevolt (Editrice Zona).


Rien ne va plus è stato recensito su Inutile:

Se cerchi di spiegare a qualcuno che è nato prima dello sbarco sulla  Luna che cos’è un blog puoi incontrare i cinque minuti più difficili della tua vita. Se poi cerchi di spiegare che sui blog è possibile fare letteratura, vai incontro a un’ora di sangue e dolore. Enrico Piscitelli, evidentemente, è masochista: perché con questo libro e l’avvallo di Las Vegas edizioni, vuole dimostrare che su certi blog la letteratura c’è – quantomeno, nelle dita di chi quei blog li scrive. Ecco quindi i quattordici racconti di quest’antologia, nata da un concorso buttato per gioco (o un gioco buttato per concorso?), dove si cerca di regalare al lettore: (a) un buon quarto d’ora di lettura, e più; (b) un buon spaccato di narrativa che puoi incontrare in rete; (c) una voglia di capire e conoscere meglio chi ha scritto questi racconti.
Così sono andato a conoscerli un po’ meglio: leggendo i loro racconti,  frugando nei loro blog, scoprendo cose belle e altri piccoli strascichi di letteratura, perché Enrico sarà anche masochista però qualcosa capisce.
E vediamo di capire, fra i quattordici mattatori, l’ironico sadismo di Giacomo Buratti (finale a effetto e magistrale), l’istrionismo di Alessandro
Raveggi, la follia che pervade il racconto di Concetta De Vincenzo. La  comicità nera e iconoclasta di Raffaello Ferrante, Salvatore Piombino e la  Cina distorta dalla passione, il fulminante Guido Penzo. E su tutti – su tutti  – il grande cuore di Ilaria Giannini.
Si sono inventati ‘sto concorso, e qualcuno deve avere risposto: il  risultato ce l’ho in mano, è Rien ne va plus, antologia di racconti scritti  da blogger per il mondo esterno: ma sono scrittori che hanno un blog, e  non solo blogger scrittori.
La differenza, ogni tanto, è stridente: si chiama letteratura.

Rassegna stampa

Ecco le ultime notizie su Rien ne va plus:

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Rien ne va plus”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *