Se qualcuno mi chiedesse di descrivere con due sole parole Solo me ne vo per la città, penso che userei due aggettivi: delicato e intenso. Da una parte, infatti, riesce a descrivere momenti estremamente difficili con una grazia che permette all’autore di non stroppiare mai; e il rischio di cadere nel patetico è grande, quando si affrontano tematiche come quelle di questo libro. Dall’altra parte, però, non c’è un momento in cui il racconto sia meno intenso e meno sentito. Un equilibrio difficile da raggiungere, ma direi che qui il risultato è più che eccellente.

Su Amazing Readers Alessia Heartilly ha recensito Solo me ne vo per la città di Enzo Gaiotto.

Ecco la recensione.

Copertina solo me ne vo per la città di Enzo Gaiotto