Mangialibri recensisce Caro lettore in erba di Gianluca Mercadante.

Destinatario di amore incondizionato e oggetto di un culto che “esige solamente un volontario tentativo di disconnessione”, il libro è al centro di quest’opera di Gianluca Mercadante, che rappresenta un’inversione di prospettiva rispetto alla precedente Caro scrittore in erba… (Las Vegas, 2013) e una personalissima analisi del panorama editoriale del nostro Paese. Si parte da episodi accaduti realmente e da aneddoti a cui l’autore fa risalire la propria passione per la lettura. Poi il panorama si allarga al mondo dei bibliofili, dei lettori-soprattutto-e-nonostante, fino a entrare in quello, confinante, degli editori.

Ecco tutta la recensione.

Copertina Caro lettore in erba...