Il romanzo di Vecchiotti non si dispiega soltanto tra feste, lustrini, cinema porno, dark room e incontri clandestini sulle piazzole autostradali. C’è dell’altro. Il cosmo secondo Agnetha è anche un’occasione per riflettere sulla scrittura, sul modo in cui nascono le storie e si alimentano le personalità dei personaggi. Magari ragionare sulle dinamiche editoriali e sui meccanismi che determinano scelte narrative.

Su Grado Zero Antonio Esposito ha recensito Il cosmo secondo Agnetha di Daniele Vecchiotti.

Leggi la recensione.