Mi sono concentrato sul ridere, sul far ridere, ma in realtà gli aspetti di questo libro che andrebbero analizzati sono anche altri. La trama avvincente, i colpi di scena mai banali, i personaggi che sembrano usciti da un fumetto e quella interpretazione del religioso che spezza i dogmi e fornisce linee di pensiero che ogni mente degna di questo nome dovrete sforzarsi di approfondire.
Far ridere però è difficile, rendersi ridicoli è molto facile. Ecco perché il libro di Lorenzo Vargas ha qualcosa di speciale, perché utilizza dei meccanismi difficili da padroneggiare e lo fa molto bene.

Su Senzaudio Gianluigi Bodi ha recensito Una più del Diavolo di Lorenzo Vargas.

Leggi la recensione.