Per Francesco, la vita non è abbastanza. Non è mai abbastanza. Non è semplice “noia”. È forse il modo in cui la sua vita chiede di essere ampliata e accresciuta. Ogni volta che il piano inclinato torna stabile, e il sassolino al di sopra si ferma, sembra che tutto sia fantastico, bello, “arrivato”. Ma questo non vuol dire “per sempre”. Il “vissero felici e contenti”, “ha messo finalmente la testa a posto”, “si è calmato, alla fine”, non funzionano. Loredana Gasparri

Il Blog Del Furore Di Aver Libri

Su Il Blog Del Furore Di Aver Libri Loredana Gasparri ha recensito Il piano inclinato di Matteo di Pascale.