Alemanno non fa sconti al lettore e con una lingua vivida, tagliente, un ritmo incalzante, adrenalinico, colpisce e randella inchiodandolo alle pagine e persino alle proprie responsabilità, ammonendolo a fine lettura di non essere indulgente con chi ha fatto della vendetta la sua ragione di vita, perché da sempre questa è compagna fedele dell’uomo, dilaniandolo e divorandolo proprio come e più di una belva feroce.

Raffaello Ferrante

Mangialibri

Su Mangialibri Raffaello Ferrante ha recensito Come belve feroci di Giuse Alemanno.