Fulvio Gatti è venuto in redazione in occasione dell’uscita del suo primo romanzo La vita sociale delle sagome di cartone.
È una storia che prende di mira il mondo dell’editoria e in generale l’establishment culturale.
Introduce un sacco di spunti e temi interessanti, dunque ne abbiamo approfittato per discuterne con lui.

Innanzitutto si è parlato di promozione della lettura, un argomento sempreverde, che nel romanzo viene ovviata tramite un decreto ministeriale che garantisce a tutti i cittadini duecento pagine gratuite al mese. I libri cominciano così ad essere venduti pure nelle farmacie, quasi come se fossero dei medicinali per combattere l’analfabetismo di ritorno.
Ma Fulvio Gatti, si capisce, non è favorevole a misure del genere, le tratta con uno sguardo tra il sarcastico e il divertito (“Questa cosa che i libri curano è una cazzata immonda, lo sa, vero?”).

D’altra parte, da cultore dell’universo pop (ricordate il suo saggio I nerd salveranno il mondo?), Fulvio auspica che la lettura venga vista come evasione e divertimento, non certo come un’imposizione dall’alto.
I libri nell’immaginario collettivo dovrebbero essere equiparati ai fumetti, ai film, alle serie tv, ai videogame.

Per far sì che diventino dei buoni amici, bisogna incominciare da piccoli, trovare una propria strada di lettori, provando e riprovando, senza fermarsi al primo ostacolo.

Ecco la diretta in cui Fulvio Gatti dialoga su questi argomenti insieme a Carlotta:

Promuovere la lettura con una legge: 200 pagina gratis garantite al mese per tutti – S02E02

Oggi in diretta c'è ospite Fulvio Gatti. Si parla di modi in cui promuovere la lettura. Ad esempio con una legge che garantisce 200 pagine gratis a cittadino, ogni mese, da ritirare in farmacia.

Pubblicato da Las Vegas edizioni su Venerdì 11 ottobre 2019