Parafrasando il celebre incipit di Tolstoj potremmo dire che tutti i romanzi di mafia sono simili tra loro, ma ognuno ha uno stile tutto suo. Ciò che caratterizza il libro di Alemanno è proprio lo stile particolare, crudo, minuzioso nella descrizione delle scene tanto di quelle truculente che di quelle di sesso, esagerato fino a sfiorare il grottesco.

Cristina Bruno

Thrillernord

Su Thrillernord Cristina Bruno ha recensito Come belve feroci di Giuse Alemanno.