Quando abbiamo pensato di fare i corsi qui in redazione, quello di scrittura creativa era quasi una scelta obbligata: facciamo libri di narrativa, Andrea è docente oltre che scrittore da tanti anni ed era un perfetto terreno di prova per sperimentare i nostri corsi.

Meno ovvia era la proposta di fare un corso di scrittura professionale, cioè un corso in cui si impara a scrivere testi destinati all’ambito lavorativo. E se sei un libero professionista o hai una piccola azienda sai che significa passare dall’email al fornitore alla descrizione della propria pagina Facebook, dalla didascalia di una foto su Instagram al comunicato stampa.
È complicato, è faticoso, spesso si ha poco tempo.

Raccontarsi in mezzo a tanti come te

Quando nel 2008 ho cominciato a lavorare per Las Vegas edizioni ho dovuto imparare a gestire l’ufficio stampa e far sapere a chi parlava di libri che i nostri romanzi esistevano. Quell’anno però esplodevano anche i social media e noi potevamo perdere l’occasione di parlare direttamente con i nostri potenziali lettori?

Mica facile, però, raccontare in mezzo a migliaia di altri editori che pubblicano decine di migliaia di titoli ogni anno in cosa siamo speciali.

In qualche modo ci siamo riusciti: e non sto parlando di ‘Mi piace’ sulla pagina Facebook ma di persone che vengono alle fiere perché ci seguono sui social media o ricevono la nostra newsletter.

Fare tutto da soli si può?

Il fatto di occuparci noi di tutta la comunicazione ci ha anche obbligato a organizzarci molto bene: non possiamo permetterci di sprecare tempo perché sul sito non si trova un’indicazione o perché un’email non era chiara o di perdere una collaborazione perché qualcosa nella nostra comunicazione non è andato come doveva andare.

Quindi abbiamo dovuto sviluppare strategie, continuare a imparare e ad allenarci. Perché se vogliamo fare da soli e fare bene allora bisogna spenderci (e non perderci) tempo e denaro.

Raccontare storie

Il fatto di occuparci narrativa ci ha aiutato a far funzionare la nostra comunicazione: scovare storie e pubblicarle ci ha dato gli strumenti per dire chi siamo e cosa facciamo, su internet ma non solo.

Spesso le persone non sanno cosa raccontare del loro mestiere perché non sanno proprio come sono fatte le storie. Non sanno che si può costruire una narrazione su un fatto apparentemente banale, che nulla è noioso se hai gli strumenti per renderlo interessante.

Chi è il nostro pubblico?

Una cosa che notato nei corsi che ho fatto finora è che ci si preoccupa tantissimo di dire quello che si ha in testa e poco di chi dovrebbe leggerci. Insomma quando chiedo ‘Chi è il vostro pubblico?’ spesso cala un silenzio imbarazzato. Capite bene che come editori dobbiamo stare attenti due volte a chi è il nostro lettore: quando scegliamo un libro e quando decidiamo come comunicarlo.

Perdere soldi e tempo

C’è una citazione di Roy Peter Clark che mi è particolarmente piaciuta:

“Guardatevi attorno. Relazioni, promemoria, annunci e messaggi mal scritti ci costano tempo e denaro. Sono coaguli di sangue nel corpo della società: bloccano il flusso di informazioni. Problemi cruciali restano irrisolti, opportunità di riforma ed efficienza sepolte.”

La domanda è: quanto tempo e quanto denaro siamo disposti a perdere perché non sappiamo scrivere?

Ecco a cosa serve il corso di scrittura professionale

Al corso di scrittura professionale impari:

Z

A raccontare la tua impresa

I tuoi prodotti, i tuoi servizi, i tuoi eventi sono bellissimi. Ci hai messo tutto il tuo talento, la tua passione, la tua esperienza. Ora devi soltanto raccontarlo!

Z

A non aspettare l’ispirazione

Scrivere solo quando c’è l’ispirazione non è quasi mai possibile. Ci sono scadenze da rispettare: qui acquisisci un metodo di scrittura dall’idea al testo finale

Z

Com’è fatta la comunicazione

Chi sei tu? A chi stai parlando? Cosa vuoi dirgli e come vuoi dirglielo?

Z

A scrivere in maniera chiara ed efficace

Le parole che scegli e il modo in cui le disponi devono rispecchiare te e coinvolgere chi ti legge

Z

A scrivere tipi di testi differenti

Newsletter, blog, post su Facebook, email: ogni tipo di testo ha caratteristiche specifiche e funzioni diverse. Lavoriamoci su!

Z

A confrontarti

Lavorare con altre persone, confrontarsi con altri punti di vista ti aiuterà a prendere le distanze da quello che scrivi e a leggere i testi degli altri con occhi nuovi

Ci vediamo in aula?
Carlotta Borasio

Carlotta Borasio

cura la comunicazione online e l'ufficio stampa

Entra in Las Vegas edizioni nel 2008 per occuparsi dell’ufficio stampa e di tutto ciò che è digitale (tranne fatture, moduli e burocrazia varia). È docente di scrittura professionale. Poi decide di aiutare anche altre aziende e professionisti a raccontarsi mettendo a frutto ciò che ha imparato sulla comunicazione e sulle storie. Dice di non scrivere, ma poi ogni tanto la coinvolgono in certi progetti. Oltre ai libri ama le serie TV, le liquirizie salate, i saggi di argomenti improbabili. Vive a Torino con un marito che fa l’editore, lo scrittore e lo Juventino e con un Piccolo Gremlin.