Lontano da qui

di Giulia Meli
Quanto puoi resistere lontano da tutto?
In offerta!

La vita di Ale si consuma in una pace fatta di raggi di sole che si insinuano presto la mattina all’interno dell’eremo in cui si è barricata. Una vita dedicata alle cure e all’amore quotidiano verso i suoi fidati cani e i suoi beneamati cavalli. Ma il passato irrompe nella quiete e ritorna sotto forma di Elena, l’amica lontana, riportandola ad affrontare tutti i suoi fantasmi. Che cosa l’ha portata realmente a lasciare un lavoro promettente a Milano e a rinchiudersi in un casolare abbandonato? A evitare ogni contatto umano e rifiutare amore e amicizia? Ale si trova suo malgrado costretta a ricomporre la sua vita pezzo dopo pezzo e a rivelare a se stessa ogni segreto che con il tempo era riuscita a sotterrare lontano da qui.

Pagine: 134
Formato cartaceo: 13 x 19
Formato ebook: epub senza DRM
Uscita: novembre 2009
Isbn cartaceo: 9788895744117
Isbn ebook: 9788895744889

COD: 4605 Categorie: ,
Svuota

Giulia Meli

Autrice di Lontano da qui

Giulia Meli è nata nel 1981 a Milano. Ha pubblicato “Oltre l’ostacolo” (Las Vegas edizioni, 2008) e “Lontano da qui” (Las Vegas edizioni, 2009).

Primo capitolo

Intro

Una famiglia felice in gita in montagna. La mamma, una ragazza con i capelli lunghi e sciolti e un sorriso aperto, stringe fra le mani una macchina fotografica. Il padre ha la barba e gli occhiali. I due sembrano dividere un segreto divertente, una complicità palpabile che illumina le voci serene. Infine una bambina. Ha i riccioli neri, il viso paffuto, un giubbino rosa e un equilibrio precario. Si aggrappa alla mano del papà e indica qualcosa nella sua lingua sconosciuta. Forse hanno in programma un picnic nel bosco alle loro spalle, forse torneranno all’auto parcheggiata poco più in là per via del tempo incerto. La mamma cerca di attirare l’attenzione della piccola: «Ale, tesoro, guarda qui.» Schiocca le dita, la bambina ride, la macchina fotografica borbotta.
Impresso per sempre sulla pellicola. Un sentiero, un bosco, un papà. Dimentico dell’obiettivo, è chino verso la bambina, le stringe la mano, la sorregge.
Una dichiarazione d’intenti.
Lascio cadere la fotografia nell’ultimo scatolone, chiudo il bagagliaio della mia jeep e salgo in auto. Destinazione: lontano da
qui.